Home Chi siamo
Amnesty International 
IO PRETENDO DIGNITÀ
Chi siamo
Chi siamo Stampa l'articolo
Scritto da Administrator   
Lunedì 04 Gennaio 2010 02:00

Rinnovamento democratico movimento disabili, loro famiglie, cittadini solidali, per i diritti, le pari opportunità, per la democrazia e il rinnovamento.


Nasce con l'intento di fare della disabilità una questione di interesse generale, non di sola pertinenza delle persone con disabilità o delle loro associazioni e rinchiusa nelle nicchie di settore o in lobbies e gruppi ristretti.
Questo nostro impegno trova perfetta aderenza alla idea forza che ha ispirato la convenzione dell'ONU sui diritti delle persone con disabilità.
Noi di rinnovamento democratico, riteniamo che il concetto di diversità non debba richiamare alla mente unicamente la persona con disabilità. 

Leggi tutto...
 
Atto costitutivo e scopi del Movimento Rinnovamento Democratico Stampa l'articolo
Scritto da Administrator   
Sabato 02 Gennaio 2010 01:00

RINNOVAMENTO DEMOCRATICO

MOVIMENTO DISABILI VISIVI, PLURIMINORATI, LORO FAMIGLIE A TUTELA DEI DIRITTI PER IL RINNOVAMENTO E LA  DEMOCRAZIA
CF: 93363130720

PER LA CORRISPONDENZA:
prof. Michele Lastilla
via Quarto n.46 - 70125 Bari
CELL.: 334 38 19 705
E-MAIL: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


L'indirizzo e-mail del Movimento Rinnovamento Democratico è:
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


ATTO COSTITUTIVO E SCOPI DEL MOVIMENTO RINNOVAMENTO DEMOCRATICO


A)
E’ costituito, nel rispetto dei principi della Carta Costituzionale e della democrazia,  il “Movimento Disabili Visivi, Pluriminorati, loro Famiglie” a tutela dei diritti per il rinnovamento e la democrazia in acronimo MRD della durata di anni nove, avente come finalità:


1) Promuovere, sviluppare e sollecitare  con ogni iniziativa una politica della disabilità che miri alla integrazione sociale, culturale, lavorativa dei soggetti minorati della vista e  dei  pluriminorati.


2) Promuovere e tutelare i diritti civili  delle persone disabili  di cui al punto 1 e delle loro famiglie.


3) Sviluppare una politica della disabilita’ che sia adeguata ai continui e rapidi mutamenti della societa’ contemporanea e  dei bisogni dei disabili visivi in ogni fascia di età favorendo  il diritto allo studio, la formazione e riqualificazione professionale, la riabilitazione,  la integrazione culturale, lavorativa e sociale, la mobilità, la rimozione di ogni tipo di barriera e di ogni ostacolo che si frappone alla inclusione sociale,     il recupero di ruoli attivi dei disabili visivi anziani nel territorio di appartenenza e nella società.


4) Il Movimento Rinnovamento Democratico MRD  non ha lo scopo di sostituirsi ad associazioni gia’ presenti nell’area della disabilità visiva. Ma  opera, anche,  per  sollecitare gli iscritti alle associazioni gia’ esistenti perche’ si adoperino a superare le forti resistenze, ancora presenti al loro interno, verso una politica della disabilita’ fondata su antiche logiche assistenzialistiche e sorretta da una non piu’ tollerabile  pretesa di rappresentanza esclusiva e monopolistica dei ciechi, degli ipovedenti e dei pluriminorati.


5) Il Movimento Rinnovamento Democratico opera, altresì,  per  la affermazione di una  politica della disabilità fondata sui servizi alla persona e alle famiglie ed e’ organizzazione di lotta democratica  contro ogni forma di abuso e di sopruso operato contro i disabili.


6) Il Movimento Rinnovamento Democratico MRD  si prefigge di esercitare un ruolo di stimolo  e di critica nei confronti delle associazioni esistenti e di quanti operano nell’area della disabilità visiva e della pluriminorazione per il rinnovamento democratico  della politica da essi esercitata nei confronti dei disabili visivi e dei pluriminorati.
 

7) Il Movimento Rinnovamento Democratico MRD ha la funzione di laboratorio di proposte, di iniziative, di collaborazione, di partecipazione,   di lotta per l’affermazione e la tutela dei diritti dei disabili visivi dei pluriminorati e delle loro famiglie.


8) Il Movimento Rinnovamento Democratico MRD partecipa a convegni, seminari e può intrattenere rapporti con Parlamentari e con le Istituzioni, sviluppa, promuove e sollecita interventi, iniziative mediatiche anche legislative a carattere regionale, nazionale e comunitario per i diritti e i bisogni dei disabili visivi, dei pluriminorati e le loro famiglie.


9) Il Movimento Rinnovamento Democratico Fornisce ai disabili visivi, ai pluriminorati e alle loro famiglie il sostegno necessario al soddisfacimento dei bisogni in ogni ambito della vita e offre assistenza legale per la affermazione e la tutela dei loro diritti.  

Leggi tutto...
 
LINEE GUIDA E SCOPI DEL "MOVIMENTO RINNOVAMENTO DEMOCRATICO" Stampa l'articolo
Scritto da Michele Lastilla   
Giovedì 14 Gennaio 2010 14:27
Abbiamo deciso di compiere un tentativo dal risultato fortemente incognito.

Si vuol tentare, a seguito di un dibattito iniziato nell'estate del 2008, intorno alla situazione dei ciechi, dei disabili in generale, sulla efficacia o meno delle associazioni di rappresentare, tutelare e promuovere i diritti dei soci in ogni sede istituzionale e privata.
Io sarei contento se anche altri si unissero a questo gruppo di amici, per dibattere e promuovere iniziative utili al fine di contribuire al riconoscimento, al rispetto, alla promozione dei diritti delle persone con disabilità e delle loro famiglie.

Io sono stato scelto dagli amici quale coordinatore del gruppo. Il coordinatore non è un capo, nè persona che con la imposizione delle proprie idee pretende di trascinare gli altri a rimorchio verso quanto gli frulla in testa.
Però, il coordinatore ha il diritto di partecipare alla discussione, di avanzare proposte, di elaborarle. Insomma, ha gli stessi diritti di tutti i partecipanti e dà, come tutti, il proprio contributo, che offre alla discussione degli altri, alla condivisione o alla bocciatura di quanto egli propone.
Leggi tutto...