Home
Amnesty International 
IO PRETENDO DIGNITÀ
Disabili: incontro sui problemi del welfare Stampa l'articolo
Scritto da Tiziana   
Sabato 17 Dicembre 2011 20:07
Leggi l'invito da qui

Salve.
Come annunciato dal coordinatore, ieri pomeriggio a Mantova il nostro movimento ha tenuto un incontro sui problemi del welfare per quanto riguarda gli effetti delle manovre degli ultimi due governi sui servizi sociali e le agevolazioni fiscali ormai a rischio per milioni di disabili e loro famiglie.

All'incontro sono intervenuti, fra gli altri, l'assessore provinciale alle politiche sociali e rappresentanti del movimento 5 stelle.
Il coordinatore ha svolto un'ampia relazione illustrando punto per punto le misure del decreto Monti e di Tremonti sul contenimento della spesa che imporrà a tutti noi la partecipazione ai costi per ottenere prestazioni e servizi dallo Stato e dai Comuni.

Il nostro incontro non è stato l'ennesimo ritrovarsi fra disabili e addetti ai lavori, ma ha avuto un aspetto di originalità, in quanto abbiamo voluto convocare tutti coloro che dai tagli sul welfare dei disabili corrono il rischio concreto di perdere il posto di lavoro, i cittadini perchè tutti possono avere in famiglia persone anziane e disabili non autosufficienti.

La nostra impostazione è stata commentata molto favorevolmente dall'assessore presente che ci ha preannunciato la costituzione di un tavolo sui problemi del welfare dei disabili al quale parteciperanno non solo le solite associazioni, che pretendono di essere le uniche ad averne diritto, ma anche movimenti e altre organizzazioni che si interessano di disabilità.

Sono state gettate le basi per una collaborazione più ampia con altri settori della società e con altri movimenti, in particolare con il movimento 5 stelle così come è già accaduto ad Arezzo.

Ovvio che il nostro movimento non privilegia la collaborazione con una organizzazione a danno di un'altra. Noi accettiamo la solidarietà attiva e la collaborazione di associazioni, movimenti e organizzazioni che mostrano di essere sensibili e di condividere lenostre istanze e i diritti civili.
Unica condizione per noi è che si tratti di soggetti democratici.

Il coordinatore ha già pensato ad un'altra iniziativa che scaturisce da quella appena svolta.

L'augurio dei movimentisti mantovani è che anche gli amici presenti in altre località italiane facciano una iniziativa analoga perchè è davvero diversa dalle solite dato che contiene davvero aspetti innovativi che coinvolge tutta la cittadinanza.

Colgo l'occasione per augurarvi un sereno anno nuovo, anche se noi movimentisti, come diceva in una mail il coordinatore, siamo pienamente consapevoli che il 2012 sarà un anno amaro per i nostri diritti e per i nostri bisogni che verranno mortificati e calpestati.
Infatti nel prossimo anno scattano tutte le nefaste misure contro di noi e di chi fra noi è meno fortunato e più debole.

Saluti.
Tiziana.