Home

Risorse

Chi è online

 37 visitatori online
Amnesty International 
IO PRETENDO DIGNITÀ
Benvenuto nel sito Movimento Rinnovamento Democratico
Scoperte a Bari le disfunzioni che causano la parente "ottica" della sclerosi multipla Stampa l'articolo
Scritto da Administrator   
Martedì 30 Marzo 2010 08:21
La Repubblica - Affari & Finanza del 29-03-2010

BARI
. C'è chi promette di sconfiggere il cancro in una legislatura e chi invece, senza gettare fumo negli occhi, crede davvero nella ricerca scientifica, vi investe risorse ed energie e lavora per offrire speranze il più possibile fondate.
Un piccolo grande esempio viene dalla Puglia dove sono stati scoperti i segreti dell’Acquaporina4, la proteina al centro del complesso meccanismo che scatena la neuromielite ottica, una delle patologie più invalidanti tra quelle che colpiscono la mielina (il rivestimento protettivo dei nervi), parente della sclerosi multipla e spesso confusa con questa.
La ricerca, effettuata da un team di ricercatori delle facoltà di Scienze Biotecnologiche, Medicina e Farmacia dell'Università di Bari, con la collaborazione della MerckSerono (specializzata nel trattamento della sclerosi multipla) e dell’ApuliaBiotech (una spinoff accademica nel campo delle biotecnologie) è stata resa possibile dai fondi per la ricerca scientifica della Regione Puglia, che ha partecipato con 790mila euro al milione e 130mila totali.
La scoperta si è meritata la copertina del Journal of Biological Chemistry, e una serie di articoli da Neuroscience al New England Journal of Medicine. 
Leggi tutto...
 
Per un portale ed una programmazione Rai senza barriere Stampa l'articolo
Scritto da Michele Lastilla   
Venerdì 05 Marzo 2010 10:00
Il Movimento Rinnovamento Democratico fa propria la petizione sull'accessibilità Rai ed invita a sottoscriverla.
L'iniziativa va ad aggiungersi a quelle che già il Movimento ha posto in essere in tema di accessibilità.

Sono tantissime le persone con disabilità visiva e sensoriale che tramite il web accedono alla Rai per ascoltare o scaricare programmi di ogni genere.
Ma sembra che il portale Rai sia inaccessibile per scelte davvero sbagliate, poco attente ed assurde.
Basterebbe poco perchè quel sito sia alla portata di tutti, anche delle persone con disabilità che regolarmente pagano un canone nella uguale misura di tutti, pur non godendo di piena fruibilità come chi vede o chi sente.
Tutto in aperta violazione dell'articolo 3 della Costituzione italiana da parte dell'ente pubblico radio televisivo.
Le barriere create dalla Rai impediscono di accedere agli innumerevoli materiali radio e video che copiosamente vi si trovano nel portale.

Un gruppo di cittadini ha scritto una lettera alla Rai che ora è divenuta una petizione che il Movimento Rinnovamento Democratico invita a sottoscrivere.
Per farlo basta andare qui:

http://www.petitiononline.com/raiacces/petition.html

Riporto qui il testo della petizione.
Leggi tutto...
 
Il nostro Movimento e le manifestazioni romane Stampa l'articolo
Scritto da Administrator   
Martedì 02 Marzo 2010 21:23
Cari amici,
a Roma il nostro Movimento ha partecipato alle manifestazioni sui diritti dei disabili alla istruzione.
Manifestazione molto forte e toccante che si è svolta il 24 mattina davanti a Montecitorio.
In quella occasione abbiamo potuto incontrare il Presidente della Fish Barbieri e il responsabile della politica scolastica di quella associazione, l'avvocato Nocera.
A quella manifestazione il nostro Movimento aveva aderito anche formalmente.
Il 25 mattina abbiamo partecipato alla conferenza stampa di presentazione della campagna I diritti alzano la voce. Sapete che il nostro Movimento è fra i promotori della iniziativa su precisa richiesta degli organizzatori stessi.

Il Movimento  è un po' come il nostro pianeta. Si muove, si stringe e si allarga come la crosta terrestre per assestarsi meglio ma è vivo e vegeto oggi più che mai.
Abbiamo dei riconoscimenti importantissimi e siamo ormai conosciuti come una realtà nel panorama delle associazioni e organizzazioni di e per i disabili esistenti nel nostro paese.
Dobbiamo mantenere vivo il nostro ricordo nella testa di chi ci ha incontrato e non solo. Non possiamo metterci a sedere pensando di aver fatto quanto si doveva.
Il problema ora è far sentire la nostra presenza e ricordare che ci siamo e questo lo si fa agendo e non scrivendo fra di noi.
 
 
<< Inizio < Prec. 31 32 33 34 35 36 37 Succ. > Fine >>

Pagina 35 di 37